Rispolvera i tuoi vecchi giochi DOS con DOSBox

dosbox.jpg

Ormai i vecchi giochi – e, più in generale, programmi – DOS non funzionano neppure sulle recenti versioni di Windows, ma con l’emulatore x86 DOSBox possiamo tirarli fuori dal cassetto e farli girare come una volta non solo su Windows, ma anche su Linux, Mac OSX, Free BSD e addirittura OS/2 (per chi lo usa).

Così, dopo tanti anni, sono riuscito a giocare di nuovo coi miei figli con i giochi con cui si divertivano quando erano piccoli (vedi ad es. Aladdin, uno dei loro preferiti), o a cui giocavo io quando ne avevo ancora il tempo (soprattutto Descent).

Per installare DOSBox su Ubuntu è sufficiente usare, da terminale, il comando

sudo apt-get install dosbox

L’emulatore si lancia col comando

dosbox

dopodiché si può montare il disco o la cartella su cui si trovano i giochi

mount c /percorso/della/cartella

e a questo punto i comandi sono quelli del DOS: ci si può posizionare sul disco montato

c:

spostarsi nella directory di uno dei giochi, ad esempio

cd descent

e lanciarlo

descent

Creare CD audio da file MP3 con K3B su Ubuntu 8.04

Nonostante Ubuntu 8.04 Hardy Heron installi automaticamente il nuovo software di masterizzazione Brasero, preferisco ancora di gran lunga K3B.

Nell’installazione di base, però, Ubuntu non fornisce il supporto per i file mp3, neppure per K3B, quindi tentando di creare un CD audio con file di questo tipo, riscontreremo l’errore:

Problems while adding files to the project.
Details
Unable to handle the following files due to an unsupported format:
You may manually convert these audio files to wave using another application supporting the audio format and then add the wave files to the K3b project.
/percorso/nomefile.mp3

Per risolvere il problema è sufficiente installare la libreria corretta che, a differenza della versione precedente di Ubuntu, si chiama libk3b2-extracodecs. Quindi, il tutto si risolve con il semplice comando (da terminale):

sudo apt-get install libk3b2-extracodecs

Come recuperare le foto cancellate da una scheda di memoria

Photorec è un’ottimo software gratuito, multipiattaforma e open source, per ripristinare fotografie cancellate per sbaglio dalle schede di memoria. Ma non fa solo questo: può recuperare qualunque tipo di file, e non solo dalle schede delle macchine fotografiche (Compact Flash, Memory Stick, SmartMedia, Microdrive, SecureDigital, MMC, ecc.), ma anche da hard disk, CDRom, memorie USB, e persino immagini di dischi.

Photorec è cugino di Testdisk, che consente di recuperare partizioni o dischi illeggibili. E’ disponibile per tutte le versioni di Linux/Unix, DOS, Windows (fino al 2003) e Mac OSX.

Può essere scaricato da qui, o – su alcune versioni di Linux – installato direttamente dai repository. Su Ubuntu, per esempio (dove si installa insieme a Testdisk) è sufficiente il comando

sudo apt-get install testdisk

Lanciandolo (in Linux o Unix tramite sudo: sudo photorec), comparirà una finestra come questa:

photorec01

Dopo aver scelto il disco da cui recuperare i file, si procede alla scelta del tipo di partizione,

photorec02

della partizione,

photorec03

del tipo di filesystem,

photorec04

se analizzare tutto lo spazio disco o solo quello non allocato,

photorec05

dove salvare i file recuperati (per i quali verrà creata una cartella “recup_dir.1”,

photorec06

e via che si parte con il recupero…

photorec07

Fino al completamento del lavoro

photorec08

Come far funzionare VMware Server e Console su Ubuntu 8.04

Da quando ho aggiornato un server Ubuntu 7.10 a 8.04 Hardy Heron LTS VMware 1.0.5 non funziona più.

Dopo un po’ di ricerche ho trovato questa soluzione, combinando i contributi di

http://www.howtoforge.com/vmware-server-on-ubuntu8.04

e

http://groups.google.com/group/linux.debian.user/browse_thread/thread/a36934f2f2e53faa/4da33b0c23ffd364?lnk=st&q=vmware-any-any-update-116.tgz#4da33b0c23ffd364

Prerequisito è l’installazione degli header del kernel 2.6.24:

sudo apt-get install linux-headers-2.6.24-16-server

Poi l’installazione di una patch che a sua volta lancerà la riconfigurazione di vmware-server:

wget http://blog.creonfx.com/temp/vmware-any-any-update-116.tgz

tar -xzvf vmware-any-any-update-116.tgz

cd vmware-any-any-update116/

sudo ./runme.pl

Sul mio PC poi, dopo l’analogo aggiornamento, la vmware console non partiva più:

antonio@hardy:~$ vmware-server-console &

antonio@hardy:~$ /usr/lib/vmware-server-console/bin/vmware-server-console: /usr/lib/vmware-server-console/lib/libgcc_s.so.1/libgcc_s.so.1: version `GCC_3.4' not found (required by /usr/lib/libcairo.so.2)
/usr/lib/vmware-server-console/bin/vmware-server-console: /usr/lib/vmware-server-console/lib/libgcc_s.so.1/libgcc_s.so.1: version `GCC_4.2.0' not found (required by /usr/lib/libstdc++.so.6)
/usr/lib/vmware-server-console/bin/vmware-server-console: /usr/lib/vmware-server-console/lib/libgcc_s.so.1/libgcc_s.so.1: version `GCC_3.4' not found (required by /usr/lib/libcairo.so.2)
/usr/lib/vmware-server-console/bin/vmware-server-console: /usr/lib/vmware-server-console/lib/libgcc_s.so.1/libgcc_s.so.1: version `GCC_4.2.0' not found (required by /usr/lib/libstdc++.so.6)
/usr/lib/vmware-server-console/bin/vmware-server-console: /usr/lib/vmware-server-console/lib/libgcc_s.so.1/libgcc_s.so.1: version `GCC_3.4' not found (required by /usr/lib/libcairo.so.2)
/usr/lib/vmware-server-console/bin/vmware-server-console: /usr/lib/vmware-server-console/lib/libgcc_s.so.1/libgcc_s.so.1: version `GCC_4.2.0' not found (required by /usr/lib/libstdc++.so.6)

Su http://www.cybertek.it/vmware-server-console-vs-ubuntu-hardy-herron/ ho trovato questa soluzione. Basta lanciare da terminale questi due comandi:

sudo ln -sf /usr/lib/libpng12.so.0 /usr/lib/vmware-server-console/lib/libpng12.so.0/libpng12.so.0

sudo ln -sf /lib/libgcc_s.so.1 /usr/lib/vmware-server-console/lib/libgcc_s.so.1/libgcc_s.so.1

Firefox 3 arriva alla Release Candidate 1

Firefox 3 si avvicina alla versione definitiva con la Release Candidate 1.

I miglioramenti rispetto all’ultima Beta 5 riguardano soprattutto l’interfaccia utente, stabilità, compatibilità e prestazioni.

La nuova versione può essere scaricata da mozilla.com, oppure si può aggiornare da una versione precedente direttamente dal menù Guida -> Controlla gli aggiornamenti.

Fra poco in vendita in Italia l’Asus Eee PC con schermo da 9″

asus-eee-pc-900

Come preannunciato, è stato presentato oggi anche in Italia l’Asus Eee PC 900, con schermo da 9 pollici (in realtà sono 8,9), che sarà in vendita tra poche settimane. Secondo Il Sole 24 Ore costerà € 400 sia con Linux che con Windows Xp.

Il nuovo modello ha lo schermo – che secondo me era uno tra i maggiori limiti del modello a 7″ – più grande, più RAM (1 GB anziché 512 MB), dischi allo stato solido (SSD) più capienti (20 GB sul Linux ma solo 12 sul Windows), una webcam integrata e altre piccole modifiche su touchpad e altoparlanti.

E’ prevedibile un grande successo anche per questo nuovo modello.

Riguardo all’articolo del Sole 24 Ore però, non sono molto d’accordo sul consiglio di scegliere la versione Windows Xp; prima di tutto perché credo che su quest’ultima ci sia molto meno spazio libero sul disco (è più piccolo e Windows ne occupa generalmente molto più di Linux), poi perché penso che non possa avere le stesse prestazioni. Per esserne certi però bisogna aspettare i primi test, o riuscire a confrontarli di persona.

Installare Adobe Reader 8 su Ubuntu 8.04 Hardy Heron

adobe-reader

Per installare l’ultima versione di Adobe Reader in italiano su Ubuntu Linux 8.04 Hardy Heron bastano due righe di comando (si possono copiare ed incollare così come sono in una finestra di terminale, ma attenzione: sono 50 MB!):

wget http://ardownload.adobe.com/pub/adobe/reader/\
unix/8.x/8.1.2/ita/AdobeReader_ita-8.1.2-1.i386.deb

sudo dpkg -i AdobeReader_ita-8.1.2-1.i386.deb

WorldWide Telescope: il telescopio virtuale di Microsoft Research

worldwidetelescope

Dai laboratori di Microsoft Research arriva WorldWide Telescope: software che permette di osservare il cielo utilizzando il proprio PC come un telescopio astronomico virtuale, accedendo a diversi terabyte di immagini scattate dai migliori telescopi terrestri e in orbita.

Il programma è scaricabile gratuitamente, purtroppo però solo per Windows.

Video demo da Gizmodo/TED

Da Lifehacker