Come visualizzare le dimensioni dei messaggi sulla propria casella Gmail

Gmail è un ottimo servizio email, con un’interfaccia web fatta benissimo, tanto da non far rimpiangere i software client da installare sul PC (come Outlook o Thunderbird). Per di più offre molto spazio per la posta e consente di spedire e ricevere fino a 25 MB di allegati per ogni messaggio. Nonostante questo può essere utile, per fare un po’ di pulizia, individuare gli email più grossi per cancellarli. L’interfaccia web di Gmail però non consente di vederne le dimensioni.

Un metodo semplice e comodo per ottenere questo risultato è quello di usare come client Mozilla Thunderbird, impostando l’account Gmail seguendo queste istruzioni, e attivare la colonna “Dimensioni” cliccando sull’icona in fondo alle intestazioni delle colonne nel riquadro di visualizzazione dei messaggi.

thunderbird-gmail-dimensioni-messaggi-1

A questo punto comparirà la colonna “Dimensioni”, e cliccando sulla sua intestazione, i messaggi verranno ordinati per grandezza, permettendo di individuare facilmente quelli più “pesanti”.

thunderbird-gmail-dimensioni-messaggi-2

Thunderbird 3 è fra noi

thunderbird-3-download

Dopo lunga attesa e varie versioni preliminari è stato rilasciato nella sua versione definitiva Mozilla Thunderbird 3.

Le novità più eclatanti della nuova release sono:

  • gestione a schede (come in Firefox)
  • nuovo motore di ricerca (davvero impressionante)
  • archiviazione dei messaggi (come in Gmail)

Poi, possibilità di personalizzare l’aspetto, cartelle “smart”, nuovo gestore dei componenti aggiuntivi, integrazione con Windows Desktop Search e con Mail del Mac, miglior supporto a Gmail, ecc.

Per scaricare Thunderbird 3, disponibile in 49 lingue per Windows, Linux e Mac OS X:

http://www.mozillamessaging.com/

Qui invece tutti o dettagli sulla nuova versione:

Mozilla Messaging – Caratteristiche di Thunderbird 3.

Thunderbird 3 Beta 3 disponibile da scaricare

E’ disponibile la beta 3 di Thunderbird 3, la prossima versione del popolare client email di Mozilla.

Le migliorie rispetto alla beta precedente sono tante. Tra le principali:

  • apertura dei messaggi in schede (come le pagine su Firefox),
  • nuova visualizzazione “sommario” dei messaggi selezionati,
  • colonne visualizzate personalizzabili cartella per cartella,
  • “Smart folders”, che permettono di raccogliere messaggi da più account,
  • migliore integrazione con Gmail.

La nuova beta – consigliata al solito solo come test – può essere scaricata qui, per Windows, Mac e Linux.

Download Thunderbird 3 Beta 3

Qui le note di rilascio e i problemi noti (in inglese).

P.S.: Sul mio Ubuntu 9.04 non vuole saperne di funzionare: dopo l’inserimento della password la CPU va al 100% e dopo pochi minuti si chiude da solo.

Rilasciato Thunderbird 3 Beta 2

Per gli appassionati dell’ottimo client email Mozilla Thunderbird, che ne vogliano provare gli ultimissimi progressi, e’ disponibile la versione 3 Beta 2.

Tra i miglioramenti principali, oltre alla risoluzione di molti bug, la possibilità di archiviare i messaggi – come in Gmail – e il nuovo Activity Manager.

Thunderbird 3 Beta 2

Via Lifehacker.

Reblog this post [with Zemanta]

E’ arrivato Thunderbird 3 Beta 1

Ovviamente, come tutte le versioni preliminari, questa versione è destinata a soli scopi di test.

Le principali novità di Thunderbird 3 sono:

  • interfaccia a schede per la posta
  • più veloce gestione delle caselle IMAP
  • visualizzazione dei messaggi migliorata
  • nuovo gestore delle aggiunte
  • interfaccia delle rubriche migliorata
  • migliore strumento di importazione dei messaggi da altri client
  • integrazione con la ricerca di Windows Vista
  • integrazione con la rubrica di Mac OS X

Thunderbird 3 Beta 1 può essere scaricato qui, anche in italiano, per Windows, Linux e Mac OS X:

Download Thunderbird 3 Beta 1

Per ulteriori informazioni:

Thunderbird 3 Beta 1 Release Notes

Thunderbird Home Page

Via Lifehacker.

Reblog this post [with Zemanta]

Google Contacts sincronizza i contatti tra Gmail e Thunderbird

Google Contacts è una nuova estensione per Thunderbird che ne tiene sincronizzata in modo bidirezionale la rubrica con i propri contatti Google/Gmail.

Si installa molto semplicemente, scaricando il file XPI sul proprio PC e installandolo in Thunderbird (Strumenti -> Componenti aggiuntivi -> Installa).

Riavviando Thunderbird rileva automaticamente gli account Gmail impostati e chiede di quali si vuole importare i contatti.

Crea una rubrica per ogni account importato, gruppi compresi, e la tiene aggiornata in entrambi i versi, cioè, modificando o aggiungendo un elemento su Thunderbird, fa automaticamente la stessa operazione su Google e viceversa.

Via Lifehacker.

Nasce Mozilla Messaging, e il suo primo obiettivo è Thunderbird 3

mozilla-messaging.jpg

E’ stata annunciata l’altro ieri la nascita Mozilla Messaging, la sussidiaria di Mozilla dedicata, come dice il nome stesso, alla messaggistica.

Già da subito il suo obiettivo principale è lo sviluppo della nuova versione del client email Thunderbird.

Nonostante il software sia già ottimo, si prevedono grossi miglioramenti, soprattutto grazie all’integrazione di un calendario, finora solo installabile come estensione, di funzionalità di instant messaging, compatibili sia con software aperti come Google Talk, sia proprietari, come quello di AOL, e forse anche di telefonia VOIP e chat su IRC.

Usa Thunderbird come client Gmail IMAP

Come ho scritto qualche giorno fa, Google sta estendendo a tutte le caselle Gmail l’accesso in modalità IMAP.

Molti hanno già osservato che questo è un importante passo avanti rispetto ai servizi email gratuiti dei concorrenti (come Yahoo mail e Microsoft Hotmail), soprattutto nell’ottica di accaparrarsi clientela aziendale.

Il protocollo IMAP, infatti, che basa il suo funzionamento sull’accesso alla casella email senza scaricare i messaggi sul client, ma lasciandoli sul server e sincronizzandone lo stato (letto, risposto, ecc), offre molti vantaggi rispetto al POP3, soprattutto per chi deve utilizzare la posta elettronica passando spesso da un PC – o dispositivo portatile – ad un altro. Renderlo utilizzabile da programmi client poi, oltre che dal browser, aggiunge altri vantaggi, come il poter utilizzare Gmail con il proprio programma di posta preferito, quello che probabilmente già si usa per altri account, e probabilmente ha dei risvolti positivi anche sulla velocità.

L’accesso IMAP non è ancora disponibile su tutte le caselle Gmail, e pare che per ora sia attivabile solo utilizzando il servizio in lingua inglese. Viene attivato, oltre che per gli indirizzi gmail.com, anche per quelli Google Apps, cioè per chi utilizza indirizzi con un proprio nome di dominio.

Ho scelto di scrivere questa guida per Thunderbird, che è un software libero, gratuito, multipiattaforma (Linux, Windows e Mac OS X), e ampiamente personalizzabile. Analogamente si possono configurare i principali client email (vedi lista dei software compatibili).

Abilitare IMAP sull’account Gmail

Per abilitare IMAP sul proprio account, quindi:

  • Una volta aperto Gmail: Impostazioni -> Lingua di visualizzazione di Gmail -> English (US) -> Salva impostazioni
  • Cliccare su Settings; se l’accesso IMAP è stato attivato, la voce Forwarding and POP si sarà trasformata in Forwarding and POP/IMAP

    gmail-imap.jpg
  • Cliccare su Forwarding and POP/IMAP -> Imap access: Enable IMAP -> Save changes.

Configurare l’account su Thunderbird

  • Modifica -> Impostazioni account (o, su Windows, Strumenti -> Impostazioni account)
  • Aggiungi account
  • Account di posta -> Avanti
    thunderbird-gmail-imap-01.jpg
  • Inserire nome e indirizzo email -> Avanti
  • Selezionare IMAP e, come server in ingresso, digitare imap.gmail.com
  • Se non esistono altri account, comparirà anche una casella Server in uscita, in cui va digitato smtp.gmail.com -> Avanti
    thunderbird-gmail-imap-02.jpg
  • Nome utente posta in entrata: indirizzo, completo (ad es. mionome@gmail.com, oppure mionome@miodominio.it)
  • Se compare anche la casella Nome utente posta in uscita, inserirvi lo stesso nome utente -> Avanti
    /tmp/thunderbird-gmail-imap-03.jpg
  • Avanti -> Fine
  • Cliccare a sinistra, su Impostazioni server, immediatamente sotto il nome dell’account appena creato
  • Nella casella Porta, sostituire il valore predefinito 143 con 993
  • Sotto, nelle Impostazioni di sicurezza, selezionare SSL
    thunderbird-gmail-imap-04.jpg

Se, pur avendo altri account preesistenti, si vuole utilizzare per spedire il server di Gmail, occorre configurare un nuovo server SMTP. In caso contrario, creando l’account sarà stato creato un server in uscita da configurare con i medesimi dati.

  • Cliccare, a sinistra, su Server in uscita (SMTP)
  • Se c’era già un server preesistente, cliccare su Aggiungi, altrimenti selezionare il server in uscita e poi Modifica
  • In Nome server, inserire smtp.gmail.com, e in Porta: 587
    gmail-smtp.jpg
  • Selezionare Utilizza nome utente e password e inserire il proprio nome utente completo di @gmail.com o @miodominio.it
  • Selezionare TLS -> OK
  • Chiudere le Impostazioni account con OK

Google consiglia alcune impostazioni aggiuntive, per ottimizzarne e velocizzarne l’uso:

  • Non salvare la posta inviata sul server Gmail
  • Non salvare i messaggi cancellati sul server Gmail
  • Salvare le bozze sul server Gmail

Per ultriori informazioni (in inglese):

Guide ufficiali di Gmail per configurare altri client

Lista Gmail dei software supportati

Bell’articolo di Lifehacker, con altri trucchi o aggiunte per migliorare il supporto Thunderbird alla casella Gmail IMAP

Installare Thunderbird 2 su Ubuntu 7.04

Queste istruzioni sono prese da https://help.ubuntu.com/community/ThunderbirdNewVersion.

Sui repository, cioè gli archivi dei pacchetti software, di Ubuntu 7.04 (Feisty Fawn) è disponibile la “vecchia” versione 1.5 di Mozilla Thunderbird, che è quindi installabile tramite i metodi “standard”, cioè con Aggiungi/Rimouvi Programmi o con i gestori di pacchetti Synaptic o Adept o, ancora, con il comando apt-get. Per installare invece la nuova versione di Tunderbird, cioè la 2, occorre eseguire una procedura un po’ più complessa.

Se si è già utilizzata una versione precedente di Thunderbird, per prima cosa bisogna copiare il profilo nella nuova posizione usata dalla versione 2. Da un terminale – in Ubuntu (Gnome) dal menù Applicazioni -> Accessori -> Terminale, in Kubuntu (KDE), invece, dal menù K -> Sistema -> Konsole – eseguire i comandi:

cd

cp -r .mozilla-thunderbird .thunderbird

Eseguendo una copia del profilo anziché lo spostamento, è possibile far coesistere ed utilizzare entrambe le versioni del software.

Poi, sempre dal terminale, scaricare l’archivio compresso del software:

wget -c \
http://releases.mozilla.org/pub/mozilla.org/thunderbird/\
releases/2.0.0.0/linux-i686/it/thunderbird-2.0.0.0.tar.gz

A questo punto estrarre il contenuto dell’archivio nella directory /opt

sudo tar -C /opt -zxvf thunderbird-2.0.0.0.tar.gz

Poi occorre creare i link per renderlo eseguibile da tutti gli utenti

sudo dpkg-divert –divert \
/usr/bin/mozilla-thunderbird.ubuntu –rename \
/usr/bin/mozilla-thunderbird

sudo ln -s /opt/thunderbird/thunderbird \
/usr/bin/mozilla-thunderbird

sudo ln -s /opt/thunderbird/thunderbird \
/usr/bin/thunderbird

A questo punto la nuova versione può essere lanciata da un terminale, o con “Esegui comando” (Alt + F2) con il comando

thunderbird

E’ possibile anche modificare i collegamenti del pannello o del menù, sia di Gnome che di KDE, in modo che lancino la nuova versione anziché la vecchia, sostituendo il comando “mozilla-thunderbird” con “thunderbird”.

Se precedentemente non era installata la versione 1.5 di Thunderbird, probabilmente non sono installate neppure le librerie libstdc++5, per cui, al lancio del programma, si dovrebbe riscontrare l’errore

/opt/thunderbird/thunderbird-bin: error while loading shared libraries: libstdc++.so.5: cannot open shared object file: No such file or directory

In questo caso, le librerie vanno installate, da terminale, con il comando

sudo apt-get install libstdc++5

Thunderbird 2

E’ stato pubblicato ieri da Mozilla Foundation Thunderbird 2.

Thunderbird è un ottimo client email free e open source. Leggero e veloce, permette di gestire facilmente la posta di caselle POP o IMAP, oltre che newsgroup, feed RSS e rubriche personali o LDAP. Durante l’installazione, se rileva altri programmi come Outlook o Outlook Express, chiede se vogliamo importarne gli account, le cartelle di posta elettronica o le rubriche, rendendone semplicissima l’adozione. Inoltre ha un potente antispam basato sui filtri bayesiani.

E’ disponibile per Windows, Linux e MacOS, e la nuova versione offre molte comode novità, come i tag (etichette) per i messaggi, nuove funzionalità di ricerca, sicurezza e protezione dal phishing (tranelli).

Nonostante utilizzi normalmente Pine come principale client di posta elettronica, ho provato Thunderbird 2 già dalle versioni beta, e l’ho trovato già molto stabile e comodo da usare. Sui PC di alcuni miei utenti che avevano qualche problema con Outlook o anche con Thunderbird 1.5, installando il 2 beta li ho risolti. Spero che lo troviate utile anche voi.

Per maggiori informazioni sulle novità introdotte dalla nuova versione, c’è questa pagina del sito di Mozilla Foundation.