Google lancia Social Search, la ricerca nei tuoi social networks

Pochi giorni dopo aver annunciato la ricerca in tempo reale su Twitter, Google rende disponibile, stavolta solo in via sperimentale, un’altra novità. Si tratta di Social Search, cioè della ricerca nell’ambito delle nostre reti sociali, cioè tra tutto il materiale pubblicato dai nostri contatti e amici (diretti e indiretti) di Gmail, Facebook, Twitter, FriendFeed, ecc.

Per poter partecipare all’esperimento occorre avere un account Google e aderire da questa pagina di Google Labs.

Per ulteriori informazioni: Google Social Search Features.

Con Google Profiles puoi controllare cosa Google svela di te

google-profiles

Già dalla settimana scorsa Google Profiles consente di scegliere un URL personalizzato per la propria pagina. Ora è anche possibile aggiungere informazioni e controllare quali rendere pubbliche e rintracciabili, quali visibili solo ai propri contatti, ecc.

Google così forse vuole avvicinarsi un po’ ai social networks come Facebook?

Qui il mio nuovo Google Profile.

Via LifeHacker/Official Google Blog.

Facebook fa marcia indietro sulle condizioni d’utilizzo

Riguardo alla modifica alle condizioni d’uso che ha fatto tanto discutere, Facebook torna alla versione precedente, con questa dichiarazione di Mark Zuckenberg.

Ricordo che le impostazioni di privacy del proprio profilo – e quindi dei dati che si caricano – su Facebook possono essere impostate secondo le proprie esigenze da questa pagina. Può anche tornare utile questa serie di consigli:

10 Privacy Settings Every Facebook User Should Know

Via Techmeme/Lifehacker.

Facebook la fa da padrone

Cambiano leggermente le condizioni d’uso (Terms Of Service – TOS) di Facebook: tutto quello che ci si scrive/carica/pubblica diventa per sempre loro, e ci potranno fare quello che vogliono.

Prima, invece, lo si poteva almeno cancellare, revocandone i diritti.

Facebook – Condizioni d’uso

Da Manteblog/The Consumerist.

AGGIORNAMENTO (17/02/2009): Mark Zuckerberg risponde alle perplessità degli utenti con un suo post

On Facebook, People Own and Control Their Information

di cui traduco qui un piccolo estratto:

La nostra filosofia è che le persone possiedono i propri dati e il controllo su con chi condividerle. Quando una persona condivide delle informazioni su Facebook, deve prima dare a Facebook la licenza di usare quelle informazioni in modo che noi possiamo mostrarle alle altre persone con cui ci ha chiesto di condividerle. Senza questa licenza, non potremmo aiutare la gente a condividere quelle informazioni.

Reblog this post [with Zemanta]

Digsby: IM, email e social networks in un unico programma

Digsby=IM + Email + Social Networks

Digsby è un programma gratuito che permette di controllare contemporaneamente i nostri account email, instant messaging e account “sociali” con un unico client.

Supporta AOL, MSN, ICQ, Google Talk, Yahoo Messenger, Jabber tra gli IM, Gmail, Hotmail, Yahoo Mail, AOL Mail e qualunque account IMAP o POP per la posta elettronica, e Facebook, LinkedIn, Twitter e MySpace come social apps.

Molto comodo ed efficiente.

Purtroppo al momento c’è solo per Windows, ma pare in preparazione anche per Linux e MacOS.

Reblog this post [with Zemanta]