Il migliore client email IMAP? Alpine 1.0

 alpine-1.0-imap-email-client.jpg

E’ stata rilasciata nei giorni scorsi la versione 1.0 di Alpine, il client email scritto all’Università di Washington dallo stesso team che ha inventato il protocollo IMAP.

Alpine è basato e compatibile con lo storico Pine, di cui è il successore. E’ un programma con interfaccia in modalità testo, per cui potrebbe sembrare antiquato, ma in realtà è molto comodo, soprattutto per chi maneggia grandi quantità di messaggi. Infatti è velocissimo, anche perché tutto si può fare con la tastiera, ed è completamente configurabile e personalizzabile. La configurazione, poi, così come la rubrica, può essere memorizzata sullo stesso server IMAP, cosicché da qualunque PC si apra il programma ci si ritrovano le proprie impostazioni e i propri contatti (oltre che, ovviamente, le stesse cartelle di posta IMAP).

Alpine 1.0 è disponibile su licenza Apache 2.0 per tutte le versioni di Unix/Linux, Windows, Mac OS X e per Nokia N800. Per le principali distribuzioni Linux è distribuito anche in forma compilata, ed è presente nei repository di Ubuntu, per cui può essere installato con Synaptic o apt-get.

Infine, come ho scritto tempo fa, anche con Alpine si può usare la propria casella Gmail IMAP.

Utilizzare Gmail IMAP con Pine/Alpine

alpine.jpg

Ho già scritto varie volte che il mio client email preferito è Alpine, la nuova versione del vecchio e glorioso Pine.

Alpine è un programma con interfaccia testuale (non grafica) che permette di gestire velocemente, anche grazie ai comodi comandi da tastiera, grandi quantità di messaggi. E’ adatto quindi a chi riceve o spedisce – e a molti succede, soprattutto al lavoro – notevoli quantità di posta elettronica. Poi funziona su tutte le versioni di Linux/Unix e su Windows, e ora c’è anche la versione web. E’ disponibile poi anche nei repository di Ubuntu Linux, per cui può essere semplicemente installato su questo tramite Synaptic o con il comando

apt-get install alpine

Pine (a Program for Internet News & Email) è un software a marchio registrato, mentre Alpine viene distribuito con licenza Apache 2.0. Entrambi sono stati sviluppati dallo stesso team della University of Washington che ha inventato il protocollo IMAP, ed è quindi ideale per l’accesso a caselle IMAP. Da pochi giorni Gmail, il servizio email gratuito di Google, ha reso disponibile l’accesso IMAP a tutte le sue caselle. E’ possibile quindi, dopo aver attivato l’accesso IMAP sulla nostra casella Gmail, configurare Alpine per utilizzarle.

Per fare questo, occorre configurare una nuova Collectionlist, cioè un nuovo gruppo di cartelle.

  1. Aprire il menù principale (tasto M)
  2. Setup (tasto S)
  3. collectionLists (tasto L)
  4. Add (tasto A)
  5. in Nickname inserire il nome che vogliamo utilizzare per il gruppo, ad esempio Gmail
  6. in Server, inserire la stringa
    imap.gmail.com:993/ssl/novalidate-cert/user=nomeutente@gmail.com
    (nomutente deve ovviamente essere sostituito col proprio nome utente Gmail)
    (se si utilizza Google Apps per il proprio dominio, gmail.com va sostituito con il nome di questo dominio)
  7. Salvare e uscire con CTRL+x
  8. A questo punto il programma, dopo aver chiesto la password dell’account Gmail, accederà al server.
  9. Uscire dal Setup con il tasto E
  10. Aprire il nuovo gruppo di cartelle dal menù principale -> Folder list -> Gmail

Compariranno tutte le cartelle standard, compresa la INBOX e, se abbiamo creato delle etichette, anche una cartella per ognuna di queste.