Segmentation fault di Picasa su Ubuntu 10.04 Lucid Lynx? Risolto

Picasa (2.7) non parte più dopo aver aggiornato Ubuntu alla versione 10.04 Lucid Lynx?

atrogu@cosipc64:~$ picasa
/usr/bin/picasa: riga 139:  5650 Segmentation fault      "$PIC_BINDIR"/wrapper check_dir.exe.so
/usr/bin/picasa: riga 175:  5745 Segmentation fault      "$PIC_BINDIR/wrapper" regedit /E $registry_export HKEY_USERS\\S-1-5-4\\Software\\Google\\Picasa\\Picasa2\\Preferences\\

Ho risolto grazie a gpupo: è sufficiente dare il comando

sudo sysctl -w vm.mmap_min_addr=0

Solução de problema com picasa no Ubuntu 10 (Lucid) – blog do @gpupo.

Come installare Picasa 3.5 su Linux

picasalogo.gif

Picasa 3.5, di cui ho scritto qualche giorno fa, è uscito per Windows e Mac OS X, mentre per Linux è rimasto alla versione 3.0, quindi non offre le funzionalità di riconoscimento facciale e geotagging.

Dal momento però che Picasa per Linux funziona sotto Wine (si tratta della versione per Windows installata tramite questo software di emulazione), è semplicissimo aggiornare la versione 3.0 alla 3.5 secondo queste istruzioni fornite da OMG! Ubuntu!:

OMG! Ubuntu! – Install Picasa 3.5 in Linux

Essenzialmente si tratta – una volta presente la 3.0 per Linux – di installare manualmente la versione 3.5 per Windows con Wine  e infine di copiare il contenuto della nuova installazione sulla precedente installazione della 3.0.

Via Lifehacker/OMG! Ubuntu!

Picasa 3.5 ha anche il riconoscimento facciale

picasa-3.5-riconoscimento-facciale

Picasa 3.5 implementa sul desktop la funzionalità di riconoscimento facciale già presente sulla versione web.

Appena installato comincia a fare la scansione delle foto indicizzate, individua i visi e li raggruppa per somiglianza. Se poi abbiamo un account Google, possiamo collegare le facce ai nostri contatti. Ovviamente c’è da aspettarsi qualche errore, ma questa funzionalità può risultare molto utile.

Il nuovo Picasa introduce anche il geotagging delle immagini su Google Maps tramite Google Earth.

Picasa 3.5 è disponibile gratuitamente per Windows e Mac OS X. Purtroppo per Linux è ancora alla 3.0, ma se lo si installa dai repository verrà aggiornato automaticamente appena disponibile la nuova versione.

Immagine: da Google Operating System.

Come installare Picasa 3 su Ubuntu

Da qualche tempo è disponibile il nuovo Picasa 3 (per ora ancora in versione beta) per Linux.

Per installarlo su Ubuntu ci sono tre metodi:

1) Scaricare il pacchetto .deb dal sito di Picasa e installarlo; così però non ne verranno gestiti automaticamente gli aggiornamenti dal package manager di Ubuntu.

2) Aggiungere il repository di Google e installare il programma tramite i programmi di amministrazione ad interfaccia grafica (GUI) forniti da Ubuntu, quindi Sorgenti software e Synaptic. Le istruzioni per questo metodo sono qui: Come installare su Ubuntu i programmi dai repository di Google, ma per installare la versione 3 beta anziché la 2.7 occorre sostituire, nella casella Riga APT,

deb http://dl.google.com/linux/deb/ stable non-free

con

deb http://dl.google.com/linux/deb/ testing non-free

3) Eseguire le due operazioni precedenti da riga di comando, cioè in una finestra di terminale. Chi mi conosce sa che generalmente è il metodo che preferisco. Anche questo metodo è descritto nel mio articolo Come installare su Ubuntu i programmi dai repository di Google, che però installa la versione stabile 2.7. Qui sotto trovate alcune righe che è sufficiente copiare ed incollare sul terminale – dopo averlo aperto con Applicazioni -> Accessori -> Terminale, e digitando la propria password quando richiesto – per fare il tutto.

sudo wget -q -O - https://dl-ssl.google.com/linux/\
linux_signing_key.pub | sudo apt-key add -
sudo apt-get update
sudo touch /etc/apt/sources.list.d/google.list
sudo chown `whoami`.`whoami` /etc/apt/sources.list.d/google.list
sudo cat > /etc/apt/sources.list.d/google.list << "EOF"
deb http://dl.google.com/linux/deb/ testing non-free
EOF
sudo chown root.root /etc/apt/sources.list.d/google.list
sudo apt-get update
sudo apt-get install picasa

Link utili:
Google Picasa 3 for Linux
Google Picasa for Linux FAQ
GUI Configuration on Ubuntu 7.04 (Feisty)
Google Linux Software Repositories
Google Linux Testing Repository

Arriva Picasa 3 beta per Linux

Subito dopo la pubblicazione della nuova versione per Windows, Google ha rilasciato anche per Linux il nuovo Picasa 3 beta.

Picasa è un ottimo software gratuito per la gestione delle fotografie. In questa ultima versione si integra meglio con il desktop Linux, ad esempio nella gestione dei file, nella spedizione delle immagini per email e nel collegamento alle macchine fotografiche. Poi sono stati migliorati la composizione dei collage, l’integrazione con Picasa Web Albums, il fotoritocco, ecc. In sostanza, tutte le principali migliorie del prodotto per Windows sono incluse anche in quello per Linux. Ecco qui l’elenco delle novità.

L’unico neo di questa nuova release è il fatto che sia ancora basata su Wine – cioè resti un programma scritto essenzialmente per Windows anziché essere stato compilato in modo nativo per Linux.

Picasa 3 beta per Linux può essere scaricato ed installato in vari formati da questa pagina di download, oppure tramite i repository di Google, come ho spiegato in un mio articolo di qualche mese fa.

Arriva Picasa 2.7 per Linux

picasa-2.7-per-linux.jpg

Google ha pubblicato il nuovo Picasa 2.7 per Linux, che presenta le nuove funzionalità della corrispondente versione per Windows, prima fra tutte la possibilità di caricare e scaricare direttamente le foto da Picasa Web Albums.

Tra le altre funzionalità:

  • struttura gerarchica delle cartelle,
  • salvataggio delle modifiche su disco,
  • importazione delle foto migliorata (ora è possibile importare in una cartella esistente),
  • migliore supporto al formato RAW.

Il software resta basato su Wine, può essere scaricato in formato .rpm per RedHat, Fedora, SuSE o Mandriva, o .deb per Debian o Ubuntu (anche a 64-bit). In alternativa è possibile utilizzare i repository di Google sia per installarlo che per tenerlo costantemente aggiornato.

Da DownloadSquad.

Immagine: da Google.

Picasa 2.7 per Linux

Google ha pubblicato una versione preliminare di Picasa 2.7 per Linux. La nuova release del software di gestione delle fotografie di bigG è ancora quello scritto per Windows in emulazione Wine, ma ha diverse nuove funzionalità, tra cui

  • upload diretti in Picasa Web Album
  • salvataggio delle modifiche su disco
  • gerarchia di cartelle (cartelle e sottocartelle, come in un file system)
  • importazione migliorata (ad es. in una cartella preesistente)
  • supporto al formato RAW
  • ecc.

Via Google Operating System

Google Pack da oggi include StarOffice

google-pack.png

Da oggi Google Pack per Windows, il pacchetto di software gratuiti selezionati da Google, include StarOffice (l’analogo di Microsoft Office) di Sun.

Stupisce un po’ che non sia stata scelta la versione gratuita e open source OpenOffice, basata sullo stesso codice di Sun, ma in questo modo si ha la possibilità di risparmiare i 70 dollari dell’acquisto.

Gli altri programmi inclusi in Google Pack sono:

  • Adobe Reader
  • Google Desktop
  • Google Earth
  • Google Toolbar per Internet Explorer
  • Mozilla Firefox con Google Toolbar
  • Norton Security Scan
  • Picasa
  • RealPlayer
  • Skype
  • Spyware Doctor™ Starter Edition

Come installare su Ubuntu i programmi dai repository di Google

Come ho scritto ieri, Google ha messo a disposizione gli archivi dei suoi programmi per Linux in modo da poterli installare e aggiornare più facilmente. Qui di seguito una breve guida per Ubuntu, adattata dalle pagine ufficiali di Google.

Scaricare la chiave pubblica di cifratura da

http://dl.google.com/linux/linux_signing_key.pub

Importare la chiave in Sorgenti software (dal menù Sistema-> Amministrazione)…

googlerepositories01.png

…aprendo la scheda Autenticazione e cliccando su Importa file chiave…

googlerepositories02.png

Quindi aprire la scheda Software di terze parti, cliccare su Add, e inserire, nella casella Riga APT:

deb http://dl.google.com/linux/deb/ stable non-free

googlerepositories04.png

Chiudere e, all’avviso riguardante l’aggiornamento del software disponibile, cliccare su Aggiorna.

A questo punto il sistema è pronto per installare (ma anche per aggiornare automaticamente) i programmi Google disponibili.

In alternativa, o in caso di problemi, è possibile utilizzare il metodo riga di comando.

Dopo aver aperto una finestra di terminale (Applicazioni -> Accessori -> Terminale), digitare (o meglio, copiare e incollare) i comandi

sudo wget -q -O - http://dl.google.com/linux/\
linux_signing_key.pub|sudo apt-key add -
sudo apt-get update

Creare un file google.list nella directory /etc/apt/sources.list.d/ contenente i dati del repository:

sudo touch /etc/apt/sources.list.d/google.list
sudo chown `whoami`.`whoami` /etc/apt/sources.list.d/google.list
sudo cat > /etc/apt/sources.list.d/google.list << "EOF"
deb http://dl.google.com/linux/deb/ stable non-free
EOF
sudo chown root.root /etc/apt/sources.list.d/google.list

Aggiornare il database dei pacchetti:

sudo apt-get update

ed installare quello che si vuole, ad es.

sudo apt-get install picasa

Buon lavoro.

Repository Google per Linux

Google ha creato recentemente dei repository (archivi di pacchetti software) per facilitare l’installazione dei propri software su Linux.

In questo modo è possibile installare programmi come Picasa, Google Earth, ecc. con i comuni strumenti di gestione del software presenti sulle varie distribuzioni, come ad esempio apt-get su Ubuntu. L’installazione di Picasa su Ubuntu, per esempio, può essere fatta con il semplice comando

sudo apt-get install picasa

Repository e guide coprono tutte le più diffuse distribuzioni, come – oltre a Ubuntu – Fedora, Suse, Debian, ecc.

Ecco i link alle relative pagine di Google:

Per chi non avesse molta dimestichezza con l’inglese, pubblicherò nei prossimi giorni le istruzioni per Ubuntu in italiano.