Come installare il plugin Adobe Flash su Fedora 23

Il plugin Adobe Flash non è incluso in Fedora perché non è free né opensource, ma spesso c’è bisogno di installarlo per visualizzare contenuti multimediali nel browser.

Ci sono vari modi per installarlo, tra cui lo scaricamento diretto dal sito di Adobe. Il modo più comodo forse è tramite Fedy, comodissimo strumento che permette di installare su Fedora parecchi pacchetti non inclusi nella distribuzione (qui le istruzioni per installarlo).

Se invece si vuole installare il plugin senza altri software, lo si può fare direttamente da riga di comando con questi due semplici passaggi.

  1. Aggiungere il repository di Adobe:
    # Per Fedora a 32-bit x386
    rpm -ivh http://linuxdownload.adobe.com/adobe-release/adobe-release-i386-1.0-1.noarch.rpm
    rpm --import /etc/pki/rpm-gpg/RPM-GPG-KEY-adobe-linux
    
    # Per Fedora 64-bit x86_64
    rpm -ivh http://linuxdownload.adobe.com/adobe-release/adobe-release-x86_64-1.0-1.noarch.rpm
    rpm --import /etc/pki/rpm-gpg/RPM-GPG-KEY-adobe-linux
  2. Installare il pacchetto
    dnf install flash-plugin nspluginwrapper alsa-plugins-pulseaudio libcurl

Una volta installato è sufficiente riavviare il browser per vederlo in funzione.

Via: gamblisfx.com

 

E’ arrivato Opera 10

opera-10

E’ finalmente arrivata ieri la versione definitiva di Opera 10.

Opera è un ottimo browser gratuito, disponibile per Windows, Mac e Linux. La versione 10 – che sto provando su Ubuntu – presenta tra le principali novità, la compressione Turbo per velocizzare la navigazione, una nuova barra delle schede movibile e con anteprime delle pagine aperte, un nuovo Speed Dial e una interfaccia ridisegnata.

Internet Explorer 8 rilasciato ufficialmente alle 18

internet-explorer-81

Internet Explorer 8 verrà reso disponibile a mezzogiorno fuso orario EST, quindi alle 18 ora italiana.

Pare che sia decisamente più veloce del 7 – non IL più veloce, più conforme agli standard web, ma non ancora ai livelli di Firefox.

Per un po’ non verrà distribuito automaticamente con Windows Update, quindi sarà da scaricare manualmente dalla Home Page di Internet Explorer. Auguri! (per il traffico).

Io intanto sto provando il nuovo Firefox 3.1 Beta 3.

Via Lifehacker.

Logo: da Microsoft.

Reblog this post [with Zemanta]

Come installare Safari 4 su Linux con Wine

safari-4-beta-on-ubuntu-with-wine

Ieri è uscito Safari 4 Beta, il nuovo browser di Apple, che pare funzioni molto bene e sia molto veloce, soprattutto nell’esecuzione di codice Javascript. Purtroppo però è stato pubblicato solo nelle versioni per Windows e Mac OS.

Già ieri ho fatto qualche tentativo di installazione su Ubuntu con Wine, il browser si installava ma non sono riuscito a farlo funzionare. Oggi poi, grazie a TweetDeck ho trovato questo utile post appena pubblicato che spiega come risolvere.

Flapjacktastic – Safari 4 on linux with WINE: solved

Qui di seguito riporto le mie istruzioni integrate con i trucchi suggeriti da questo post. In sostanza si tratta di utilizzare winetricks per installare flash e corefonts, installare manualmente una libreria dll di Windows Xp, e poi – per chi non l’avesse già fatto in precedenza, installare Safari. Le istruzioni sono per Ubuntu, ma valgono per qualunque distribuzione Linux e per versioni di Wine abbastanza recenti.

  • Scaricare winetricks dal suo sito via browser o col comando
    wget http://www.kegel.com/wine/winetricks
  • Per evitare un errore sha1sum nell’installazione di flash, aprire il file winetricks con un editor e modificare le relative linee (nel mio sono la 804 e la 810) inserendo un # prima del codice sha1sum. Quindi la riga
    download . http://fpdownload.macromedia.com/get/flashplayer/current/install_flash_player_ax.exe 7f6850ae815e953311bb94a8aa9d226f97a646dd

    deve diventare

    download . http://fpdownload.macromedia.com/get/flashplayer/current/install_flash_player_ax.exe #7f6850ae815e953311bb94a8aa9d226f97a646dd

    e la

    download . http://fpdownload.macromedia.com/get/flashplayer/current/install_flash_player.exe 20ec0300a8cae19105c903a7ec6c0801e016beb0

    deve diventare

    download . http://fpdownload.macromedia.com/get/flashplayer/current/install_flash_player.exe #20ec0300a8cae19105c903a7ec6c0801e016beb0
  • Installare flash e corefonts con winetricks, usando il comando
    sh winetricks corefonts flash
  • Copiare da un PC Windows Xp o scaricare da Internet (ad esempio da www.dll-files.com) la dll iphlpapi.dll e salvarla nella directory ~/.wine/drive_c/windows/system32
  • Lanciare il programma di configurazione di Wine con il comando winecfg o da Applicazioni -> Wine -> Configure Wine. Nella scheda Librerie aggiungere la iphlpapi.dll lasciando le impostazioni predefinite (native, builtin), e chiudere con OK.
  • Se Safari non è ancora installato – come lo era invece per me che avevo già provato – scaricarne la versione per Windows dal sito di Apple: www.apple.com/safari/download e installarlo con Wine (doppio clic dal file manager o comando wine SafariSetup.exe), confermando tutte le richieste tranne le installazioni di software aggiuntivi e di aggiornamenti automatici.

    safari_4_install_-_01
  • A questo punto il nuovo browser può essere lanciato dal menù Applicazioni -> Wine -> Programmi o col comando
    wine .wine/drive_c/Programmi/Safari/Safari.exe

Per altri dettagli e finezze, come l’impostazione dell’antialiasing dei font, vi rimando al post di Flapjacktastic.

Il mio Safari ora funziona abbastanza bene e sembra effettivamente veloce; qualche volta si pianta, ma per i miei scopi di test la stabilità è sufficiente.

Reblog this post [with Zemanta]

CrossOver Chromium = Google Chrome per Linux e MacOS

CodeWeavers (Wine Project) ha sviluppato una versione di Google Chrome per Linux e MacOS. Ancora molto sperimentale e grezzo, ma funziona anche colle pagine https, al contrario della versione originale di Chrome installata con Wine.

http://www.codeweavers.com/services/ports/chromium/

Da DownloadSquad.

Google svela Chrome, il suo browser open source

Da un po’ di tempo si rumoreggiava su un fantomatico Google Browser, in preparazione nei laboratori di Google – anche se proprio nei giorni scorsi BigG ha firmato l’accordo con Mozilla per continuare a finanziare fino al 2011 lo sviluppo di Firefox in cambio dell’utilizzo del proprio motore di ricerca. Ieri poi Blogoscoped.com ha scritto di aver ricevuto un fumetto disegnato da Scott McCloud, riguardante un nuovo browser open source chiamato Google Chrome, e lo ha pubblicato qui.

Poche ore dopo Google ha ammesso ufficialmente, con un articolo su googleblog.blogspot.com, che Chrome esiste, che ne verrà pubblicata la prima versione beta proprio oggi, e ha a sua volta pubblicato il cartoon su Google Books.

Dal fumetto e dal comunicato di Google leggiamo che il progetto Chrome è nato dall’idea di creare un nuovo browser ex novo – o, come dicono gli americani, from scratch – pensato per come si è evoluto l’uso del web: dalle semplici pagine testuali degli inizi fino a contenuti complessi quali immagini, video e applicazioni, su cui passiamo gran parte del nostro tempo.

Le caratteristiche principali di Google Chrome sono quindi:

  • è un software open source, basato sul motore di rendering WebKit e sul progetto Gears,
  • ha una nuova JavaScript Virtual Machine, chiamata V8, che dovrebbe velocizzare notevolmente l’esecuzione dei processi JavaScript nel browser,
  • tabs (schede) speciali in cima alla finestra,
  • barra degli indirizzi con autocompletamento (come in Firefox 3) e suggerimenti – anche di siti mai visitati,
  • pagina iniziale predefinita simile allo speed-dial di Opera, con le ultime 9 pagine visitate, le ultime ricerche, le ultime schede chiuse, ecc.
  • una modalità “incognito”, per navigare senza che niente di quello che facciamo venga registrato sul PC,
  • la possibilità di lanciare le applicazioni in una propria finestra, isolata, senza barra degli indirizzi nè barre degli strumenti,
  • protezione da software dannosi e phishing basata su un aggiornamento costante da Internet.

Il progetto sembra molto interessante, e dovrebbe aprire ancora di più la concorrenza nel mercato dei browser a vantaggio degli utenti.

Per altre informazioni:

Google Blogoscoped – Google Chrome, Google’s Browser Project

Google Blogoscoped – Google Chrome Screenshots

Punto Informatico – Google Chrome, il browser di BigG

Immagine: da Google Blogoscoped

Aggiornamento: Google Chrome è scaricabile da www.google.com/chrome, purtroppo – al momento – solo per Windows. L’ho installato e lo sto provando. Durante l’installazione ha importato tutti i miei segnalibri da Firefox. Mi sembra veloce sia in caricamento che nell’apertura delle pagine, e e nella navigazione – a prima vista – sembra funzionare molto bene.

Internet Explorer 8: 2 sorprese

 internet-explorer-8-beta.jpg

La prima è che Microsoft ha deciso che la nuova versione del suo browser utilizzerà come modalità di visualizzazione predefinita delle pagine web quella più conforme agli standard W3C. Questa pare una decisa inversione di tendenza rispetto alle versioni precedenti di IE, che invece, forti del loro quasi monopolio, pienamente conformi non lo sono mai state.

La seconda è che la versione Beta 1 è stata resa disponibile a tutti, un po’ a sorpresa, proprio ieri.

Approfondimenti:

Punto informatico – Internet Explorer 8 sceglie gli standard

Internet Explorer 8 Readiness Toolkit