Come abilitare il visualizzatore PDF di Firefox 15

Delle 3 funzionalità nascoste nel nuovo Firefox 15, probabilmente la più utile è il visualizzatore interno di file PDF. Il visualizzatore di Mozilla infatti (basato su HTML5 e JavaScript) evita di dover lanciare Adobe Reader ogni volta che si vuole leggere un documento PDF, guadagnando in velocità, ed evita i problemi di sicurezza cui molte versioni – soprattutto se datate – del prodotto di Adobe sono soggette.

Per abilitarlo, una volta certi di avere la versione 15 di Firefox, bisogna digitare nella barra dell’indirizzo “about:config” e premere Invio. A questo punto occorre accettare l’avviso sui possibili danni che potremmo causare se non stiamo attenti a quello che modifichiamo, e scrivere nella casella di ricerca “pdfjs.disabled”.

Ora si deve cliccare col tasto destro sull’unico parametro che comparirà nella lista sottostante, e poi su “Imposta”.

A questo punto il visualizzatore è abilitato, per cui basta andare a visitare un sito che ospiti dei documenti in formato PDF per provarlo.

Enable the Built-in PDF Reader in Firefox 15.

Scarica intere cartelle Dropbox sul tuo dispositivo Android

Dropbox è comodissimo per tanti motivi, e con la sua applicazione ufficiale installata sul proprio smartphone o tablet Android si ha a disposizione i propri documenti in qualunque momento. O quasi, perché occorre una connessione dati attiva. E poi, se si ha bisogno di una o più intere cartelle, magari di notevoli dimensioni, la cosa non è agevole.

Folder Downloader for Dropbox – dell’italiano Dario Solera – disponibile su Google Play, risolve proprio questo problema, cioè consente di scaricare comodamente intere cartelle sul proprio aggeggio Android.

Una volta installata l’app e autenticatisi su Dropbox con le proprie credenziali, è sufficiente scegliere la directory da scaricare, tenerci sopra il dito, scegliere “Download to…”, selezionare la destinazione e… aspettare.

Folder Downloader for Dropbox – Android Apps on Google Play.

Come vedere in diretta Euro 2012 su Linux

È possibile vedere il campionato europeo di calcio UEFA Euro 2012 anche su un PC Linux, se non avete la possibiltà di farlo in TV.

Un primo metodo consiste nell’installare un client SopCast. SopCast è un protocollo P2P che consente di vedere gratuitamente parecchi canali TV. I migliori client SopCast per Linux sono probabilmente SopCast Player e TV Maxe. Entrambi elencano vari canali che trasmettono Euro 2012, ma è possibile aggiungerne altri dopo averli cercati con Google.

Per installare TV Maxe su Ubuntu è sufficiente usare i seguenti comandi:

sudo add-apt-repository ppa:venerix/blug
sudo apt-get update
sudo apt-get install tv-maxe

Così com’è, TV Maxe fornisce un’elenco di canali TV romeni, ma altri canali sono disponibili sulla sua pagina wiki. Per installarlo invece su altre distribuzioni Linux occorre vedere qui: TV Maxe download page.

L’installazione di SopCast Player richiede invece questi comandi:

sudo add-apt-repository ppa:ferramroberto/sopcast
sudo apt-get update
sudo apt-get install sopcast-player

Via How to watch UEFA Euro 2012 live (online) under Linux ~ Web Upd8: Ubuntu / Linux blog.

Lastpass, e devi ricordare una sola password

Ho provato vari sistemi di gestione delle password in questi ultimi anni – ultimo dei quali Keepass, ma nessuno mi ha soddisfatto del tutto. Sappiamo poi che la memorizzazione delle password proposta dai browser non è affatto sicura, per non parlare di altri programmi che addirittura le salvano su file in chiaro.

Poi – grazie a LifeHacker – ho trovato Lastpass, mi sono trovato molto bene e non l’ho più lasciato. Lo trovo ottimo sia dal punto di vista della comodità d’uso che della sicurezza, e vi consiglio almeno di provarlo. E’ gratuito e funziona su quasi tutti i browser e sistemi operativi, anche per smartphone.

Anche Keepass ha estensioni e plugin praticamente per tutti i browser e sistemi operativi, ma sviluppati da programmatori indipendenti, con tutto quello che questo comporta in termini di sicurezza e supporto. Lastpass invece offre direttamente tutto questo; solo alcune versioni – prevalentemente per smartphone – richiedono l’account Premium (da $1 al mese).

Per quanto riguarda la semplicità d’uso, Lastpass offre moltissime funzionalità e possibilità di configurazione, ma io non le ho mai toccate! l’ho semplicemente installato sui miei browser (attualmente Firefox, Chrome e Chromium, sia su Ubuntu che su Windows) e ho lasciato che facesse lui. Dopo aver fatto login a Lastpass con la sua unica password principale, ogni volta che apro una pagina che richiede nome utente e password mi chiede se li voglio salvare. Ad ogni accesso successivo me li compilerà lui. Una volta inserite poi, se uso diversi browser – anche su più PC – con Lastpass, la compilazione sarà automatica anche su di essi.

In quanto a sicurezza, per accedere a Lastpass occorre inserire un’unica password principale. Sul suoi server vengono salvate solo le altre password, in forma pesantemente crittografata; quindi, anche se qualcuno dovesse impadronirsene, non riuscirebbe a decrittarle. L’unico passo importante – in fase di prima configurazione – è scegliere di non memorizzare la password principale sul PC.

Tra gli altri strumenti utili forniti da Lastpass nomino solo

  • l’importazione di credenziali da molti altri software, tra cui Firefox, Keepass, Roboform, file .csv, ecc.
  • una verifica sulla sicurezza delle password memorizzate (poco sicure, duplicate, ecc.)
  • password temporanee da usare quando siamo collegati a reti di cui non ci fidiamo
  • bookmarklet, utilizzabili quando lavoriamo su sistemi sui quali non possiamo installare l’estensione
  • note sicure, per memorizzare altre password, PIN, ecc. non inseribili tramite l’estensione.

Google introduce la ricerca per immagini

Da qualche giorno Google ha annunciato la nuova ricerca per immagini (o reverse searchricerca inversa), che consente di cercare le immagini presenti sul web uguali o simili ad una che gli forniamo noi.

Questa funzionalità era offerta finora solo da TinEye, e utilizzata soprattutto da fotografi o grafici che vogliono vedere se e dove le loro foto sono state pubblicate, eventualmente violandone il diritto d’autore. Sarà interessante vedere come funzionerà e si evolverà su Google.

La ricerca per immagini è abilitata sulla nostra pagina di Google Immagini quando in fondo alla casella compare una piccola icona che rappresenta una macchina fotografica. I metodi possibili per effettuare la ricerca sono tre: trascinare un’immagine dal nostro PC sopra la casella di ricerca, fare l’upload del file oppure inserire l’URL di un immagine pubblicata sul web.

Inoltre sono disponibili due estensioni, una per Chrome e l’altra per Firefox, con le quali sarà sufficiente un clic destro su un’immagine in una pagina web per cercarla con Google.

Amazon Cloud Drive e Cloud Player, musica e file nella nuvola



Amazon introduce Cloud Drive e Cloud Player, per salvare in un unico spazio su Internet musica (e altri dati), ed ascoltarla dovunque ci si trovi.

Cloud Drive è un disco virtuale nella “nuvola” di Internet, ospitato dai server di Amazon, , sul quale possono essere salvati file di ogni tipo (attenzione: i termini di utilizzo impongono che se ne abbiano i diritti). Ogni utente registrato su Amazon.com ha in dote uno spazio gratuito di 5 GB, che viene ampliato a 20 al primo acquisto di un album mp3. Ogni successivo acquisto di mp3 viene automaticamente salvato su Cloud senza intaccare il limite di spazio. Sono poi disponibili piani a pagamento.

Cloud Player invece è un lettore musicale con il quale si può ascoltare la musica salvata su Cloud Drive – e acquistarne di nuova – sia col PC (versione Web) che con un dispositivo Android. Cloud Player Web è attualmente disponibile per Internet Explorer, Firefox, Safari per Mac, e Chrome.

Nonostante sia il comunicato stampa che le pagine di Amazon MP3 dicano che il servizio è disponibile solo per i clienti USA, essendo registrato su Amazon.com ho potuto caricare alcuni dei miei file MP3 e ascoltarli senza problemi col mio Firefox. L’applicazione per Android, invece, che dovrebbe permettere di ascoltare la musica salvata sul cloud con smartphone e tablet basati su questo sistema operativo, pare proprio non sia disponibile in Italia, né su Android Market né su Amazon AppStore.

Notforest semplifica le pagine web

Notforest è un semplicissimo (da usare) servizio web che “sfronda” le pagine web – spesso un po’ troppo ricche di immagini, pubblicità, menù, ecc. – per aiutarci a concentrarci sul testo che contengono.

Eccone qui un esempio: questa è una pagina di Talk Android (scelta casuale 😉 era la prima scheda aperta che ho trovato) originale:

E questa è la stessa “dopo la cura”:

Per usare Notforest è sufficiente andare sulla sua pagina web, trascinare il link che si trova al centro di essa nella barra o nel menù dei preferiti del browser, e cliccarci poi sopra quando vogliamo “semplificarne” un’altra.

Un servizio simile a questo è Readability.

Via LifeHacker.

Tabnabbing: un nuovo tipo di phishing

Uno sta navigando con diverse schede del browser aperte, e passa da una all’altra, e poi torna su quella di Gmail, e vede che Gmail gli chiede di inserire nuovamente nome utente e password – a volte capita, no? Peccato che quella NON SIA LA VERA SCHEDA DI GMAIL!!!

Impressionante! Provare per credere. E può essere fatto non solo per Gmail, ma per la tua banca, per le poste, ecc.

Tabnabbing: A New Type of Phishing Attack « Aza on Design.

A New Type of Phishing Attack from Aza Raskin on Vimeo.

Trova l’ora migliore per fotografare con SunCalc

SunCalc è un’applicazione web – basata su Google Maps – che aiuta i fotografi a trovare l’intervallo di tempo migliore per scattare – la cosiddetta “golden hour”, basandosi su posizione e data.

SunCalc – sun position, sunlight phases, sunrise, sunset, dusk and dawn times calculator.

Applicazioni simili: The Golden Hour Calculator e The Twilight Calculator.

Via PetaPixel.

Metti al sicuro i tuoi dati online con Backupify

Backupify salva automaticamente i dati dei tuoi account Google (Gmail, Docs, Calendar, Contacts, ecc.) e Social Media (Facebook, Twitter, Flickr, ecc.)

Prevede account gratuiti, con 2 GB di spazio, e a pagamento, a partire da 4,99 dollari al mese.

Secure Online Backup and Archiving for Gmail, Facebook, Twitter, and WordPress | Backupify.