È questo il futuro di “Esplora risorse”?

Se pensavate che l’assurdo e incomprensibile (per me – ma non solo) menù introdotto da Microsoft con Office 2007 e persistente su Office 2010 sia stato un insuccesso da non ripetere, ebbene vi sbagliate. Microsoft infatti sta diffondendo l’anteprima dell’interfaccia di Explorer che farà parte di Windows 8, che sembra – pare impossibile – ancora peggiore!

Chissà se il fatto che al sondaggio di Techcrunch ben il 73% abbia espresso un giudizio negativo, e il 26% abbia votato “È la cosa più brutta che ho mai visto” servirà a qualcosa?

“Respect Explorer’s Heritage” | TechCrunch

Notforest semplifica le pagine web

Notforest è un semplicissimo (da usare) servizio web che “sfronda” le pagine web – spesso un po’ troppo ricche di immagini, pubblicità, menù, ecc. – per aiutarci a concentrarci sul testo che contengono.

Eccone qui un esempio: questa è una pagina di Talk Android (scelta casuale 😉 era la prima scheda aperta che ho trovato) originale:

E questa è la stessa “dopo la cura”:

Per usare Notforest è sufficiente andare sulla sua pagina web, trascinare il link che si trova al centro di essa nella barra o nel menù dei preferiti del browser, e cliccarci poi sopra quando vogliamo “semplificarne” un’altra.

Un servizio simile a questo è Readability.

Via LifeHacker.

Tabnabbing: un nuovo tipo di phishing

Uno sta navigando con diverse schede del browser aperte, e passa da una all’altra, e poi torna su quella di Gmail, e vede che Gmail gli chiede di inserire nuovamente nome utente e password – a volte capita, no? Peccato che quella NON SIA LA VERA SCHEDA DI GMAIL!!!

Impressionante! Provare per credere. E può essere fatto non solo per Gmail, ma per la tua banca, per le poste, ecc.

Tabnabbing: A New Type of Phishing Attack « Aza on Design.

A New Type of Phishing Attack from Aza Raskin on Vimeo.

Google Goggles, ricerca visuale per Android e iPhone, ora risolve anche i Sudoku

Google Goggles – gli occhiali di Google – è un’applicazione per Android e iPhone che cerca sul web partendo da una foto scattata dallo stesso smartphone.

Riconosce più facilmente immagini di prodotti, opere d’arte, bottiglie di vino, libri ed edifici famosi e ne cerca informazioni sul web. Ma non solo: è in grado di digitalizzare testo, e poi eventualmente di tradurlo, oppure di inserire le informazioni di un contatto nella rubrica.

Poi , con l’ultimo aggiornamento, riconosce anche le pubblicità – almeno quelle sulle più comuni riviste americane, per quel che può servire – e addirittura risolve i sudoku (provato per credere)!

E’ installabile da Android Market (dalla versione 1.6) e da App Store (solo iOS 4.0), oppure dalla sua home page.

[IVU] Caricatore USB a respiro

A grande richiesta torna su questo blog la serie IVU (Invenzioni Veramente Utili) con un’invenzione eccezionale, e per di più realizzabile da chiunque in fai-da-te (DIY – Do It Yourself).

Si tratta di un caricatore USB azionato dal semplice movimento del nostro respiro.

Are you breathing? Do you have a gadget that can be charged via a USB port? Well if you answered yes to both, then you are in luck.

La guida passo-passo illustrata è pubblicata (in inglese) sul sito Instructables.com:

Breath powered USB charger.

Immagine: da Instructables.com.