Gmail e Google Reader più consistenti ma meno convincenti

Per me con l’accoppiata del lancio delle nuove interfacce di Gmail e Google Reader per la prima volta all’arrivo di una novità di Google la delusione supera la soddisfazione (quando non lo stupore).

La prime cosa che salta all’occhio in Gmail è che le righe dell’elenco dei messaggi sono molto più alte, quindi ce ne stanno molte di meno (nel mio caso poche più della metà – per questo motivo già quando era in beta non l’avevo mai voluta usare). Gliel’ho scritto inviandogli un feedback. Forse se saremo in molti servirà.

In Reader invece che non esistono più il pulsante “Condividi” e “Condividi con note” – così come le loro scorciatoie da tastiera (bastava premere “s”!),  ma solo il “+1”, da cui – passando per Google+, si può anche condividere. Volendo, poi, lo si può fare tramite il pulsante “Condividi” in alto a destra nella barra OneGoogle, ma sempre col mouse e diversi click.

Poi, pur essendo ora le pagine di entrambi i servizi più “consistenti” con gli altri siti di Google, sono anche senz’altro più anonime e meno “usabili”; basti pensare a quanto meno sono individuabili i link, ora tutti grigi e non sottolineati.

Il nuovo look di Google Reader è obbligatorio, quindi basta aprirlo per ritrovarselo. Per Gmail invece è ancora facoltativo. Per provarlo occorre cliccare sull’etichetta “Passa al nuovo look” in basso a destra.

Qui il comunicato ufficiale sul nuovo design di Google Reader: The Official Google Reader Blog – New in Reader: a fresh design, and Google+ sharing

Qui invece quello relativo a Gmail: Official Gmail Blog – Gmail’s new look

Aggiornamento: Almeno il problema dell’altezza delle righe in Gmail si può risolvere semplicemente. Basta cliccare in alto a destra sul pulsante con la ruota dentata delle impostazioni – quelle di Gmail, non quelle della barra nera OneGoogle – e scegliere Compattezza: Alta.

Hai trovato interessante questo articolo? Puoi iscriverti ai feed o ricevere i prossimi articoli per email.

Rispondi