Amazon Cloud Drive e Cloud Player, musica e file nella nuvola



Amazon introduce Cloud Drive e Cloud Player, per salvare in un unico spazio su Internet musica (e altri dati), ed ascoltarla dovunque ci si trovi.

Cloud Drive è un disco virtuale nella “nuvola” di Internet, ospitato dai server di Amazon, , sul quale possono essere salvati file di ogni tipo (attenzione: i termini di utilizzo impongono che se ne abbiano i diritti). Ogni utente registrato su Amazon.com ha in dote uno spazio gratuito di 5 GB, che viene ampliato a 20 al primo acquisto di un album mp3. Ogni successivo acquisto di mp3 viene automaticamente salvato su Cloud senza intaccare il limite di spazio. Sono poi disponibili piani a pagamento.

Cloud Player invece è un lettore musicale con il quale si può ascoltare la musica salvata su Cloud Drive – e acquistarne di nuova – sia col PC (versione Web) che con un dispositivo Android. Cloud Player Web è attualmente disponibile per Internet Explorer, Firefox, Safari per Mac, e Chrome.

Nonostante sia il comunicato stampa che le pagine di Amazon MP3 dicano che il servizio è disponibile solo per i clienti USA, essendo registrato su Amazon.com ho potuto caricare alcuni dei miei file MP3 e ascoltarli senza problemi col mio Firefox. L’applicazione per Android, invece, che dovrebbe permettere di ascoltare la musica salvata sul cloud con smartphone e tablet basati su questo sistema operativo, pare proprio non sia disponibile in Italia, né su Android Market né su Amazon AppStore.

How to bypass error “The package is of bad quality” installing packages in Ubuntu 11.04 Natty

I’ve upgraded to the daily build of Ubuntu 11.04 Natty Narwhal.

Installing Adobe Reader or other packages like Skype, Dropbox, TeamViewer, Google Chrome Google Talk Plugin or CrossOver after downloading the .deb files from the respective sites, since they are not provided by the official Ubuntu repositories, i get the error:

The package is of bad quality – The installation of a package which violates the quality standards isn’t allowed…

and the installation cannot complete.

Ubuntu Natty opens .deb files by default with software-center. This error is caused by the Lintian module used by software-center to check packages for consistency and other errors. The problem will probably be solved before  the official 11.04 release at the end of April.

But it’s very easy to install the same packages in other ways, such as the “old” package managers dpkg or gdebi.

To install a .deb file with dpkg, from a terminal window, for example, use the command:

sudo dpkg -i /<path>/packagename.deb

Or, with gdebi:

sudo gdebi /<path>/packagename.deb

Errore “pacchetto di cattiva qualità” installando pacchetti su Ubuntu 11.04

Sto provando la daily build di Ubuntu 11.04 Natty Narwhal.

Al di là della forzatura ad usare il desktop manager Unity invece di quello standard di Gnome, cosa sulla quale spero di scrivere qualcosa nei prossimi giorni, ho visto che ci sono un po’ di difficoltà ad installare alcuni pacchetti non presenti nei repository ufficiali, dopo averli scaricati dai rispettivi siti.

I software sui quali vedo presentarsi il problema sono Adobe Reader, Skype, Dropbox, TeamViewer, Google Chrome Google Talk Plugin e CrossOver, ma probabilmente la cosa succede con molti altri. I file .deb scaricati vengono aperti automaticamente dal programma software-center (o Gestore pacchetti) che dopo un po’ segnala l’errore Il pacchetto è di cattiva qualità – L’installazione di un pacchetto che viola gli standard qualitativi non è consentita… (in iglese The package is of bad quality – The installation of a package which violates the quality standards isn’t allowed…) e non può quindi completare l’installazione.

Questo errore è causato da un modulo incluso in software-center, chiamato Lintian, che controlla la congruenza dei pacchetti. Probabilmente verrà risolto prima del rilascio della versione 11.04 definitiva alla fine di aprile.

E’ comunque molto semplice bypassare il problema, in quanto gli stessi pacchetti possono essere installati sia con dpkg, che con gdebi, oppure anche con synaptic (Gestore pacchetti).

Per installare un file .deb con dpkg, da terminale, usare il comando:

sudo dpkg -i /<percorso>/nomepacchetto.deb

Con gdebi, invece:

sudo gdebi /<percorso>/nomepacchetto.deb

Per installarli con synaptic invece bisogna aprire il programma e aggiungere i pacchetti dal menù File -> Aggiungi pacchetti scaricati, dopodiché questi saranno presenti nell’elenco ed installabili.

Notforest semplifica le pagine web

Notforest è un semplicissimo (da usare) servizio web che “sfronda” le pagine web – spesso un po’ troppo ricche di immagini, pubblicità, menù, ecc. – per aiutarci a concentrarci sul testo che contengono.

Eccone qui un esempio: questa è una pagina di Talk Android (scelta casuale 😉 era la prima scheda aperta che ho trovato) originale:

E questa è la stessa “dopo la cura”:

Per usare Notforest è sufficiente andare sulla sua pagina web, trascinare il link che si trova al centro di essa nella barra o nel menù dei preferiti del browser, e cliccarci poi sopra quando vogliamo “semplificarne” un’altra.

Un servizio simile a questo è Readability.

Via LifeHacker.

Tabnabbing: un nuovo tipo di phishing

Uno sta navigando con diverse schede del browser aperte, e passa da una all’altra, e poi torna su quella di Gmail, e vede che Gmail gli chiede di inserire nuovamente nome utente e password – a volte capita, no? Peccato che quella NON SIA LA VERA SCHEDA DI GMAIL!!!

Impressionante! Provare per credere. E può essere fatto non solo per Gmail, ma per la tua banca, per le poste, ecc.

Tabnabbing: A New Type of Phishing Attack « Aza on Design.

A New Type of Phishing Attack from Aza Raskin on Vimeo.

Google Docs riconosce il testo dei PDF in 34 lingue

Qualche mese fa Google Docs ha introdotto il riconoscimento ottico dei caratteri (OCR). Ora aggiunge questa funzionalità per altre 29 lingue, arrivando ad un totale di 34.

Last June, we introduced the ability to upload documents into Google Docs using Optical Character Recognition (OCR). OCR analyzes images and PDF files, typically produced by a scanner (or the camera of a mobile phone), extracts text and some formatting and allows you to edit the document in Google Docs.

We’ve gotten a lot of feedback on this feature, and one of the biggest requests was to add support for additional languages. Today, we’re happy to announce that we’ve added support for 29 additional character sets, including those used in most European languages, Russian, Chinese Simplified and some other Asian languages. See the upload page for the full list.

Per trasformare quindi un file PDF in testo modificabile occorre caricare il documento su Google Docs selezionando l’opzione “Converti testo da file PDF…” e scegliere la lingua dell’originale.

via Optical Character Recognition (OCR) in 34 languages – Docs Blog.