Ecco che fine fanno le 4.703 Mazda nuove che hanno rischiato di affondare

cougar-ace

Tempo fa ho messo tra i miei articoli consigliati la storia di una nave piena di automobili Mazda nuove che si è arenata al largo della costa pacifica degli USA, ha rischiato di affondare, ma è stata recuperata da una squadra di “Sea Cowboys”. Tra l’altro pare che sulla vicenda la Dreamworks farà un film.

Ecco che fine hanno fatto le 4.703 Mazda 3 nuove di fabbrica (valore: circa 100 milioni di dollari!)…

The Wall Street Journal – A Crushing Issue: How to Destroy Brand-New Cars

Via reddit.com

Foto: da Wired

Trovare i comandi in Office 2007 è così complicato che…

…I Microsoft Office Labs hanno creato un motore di ricerca apposito, Search Commands, da installare e utilizzare dalla barra degli strumenti dei programmi di Office. Tramite la casella di ricerca possono essere cercati non solo i comandi, ma anche opzioni, guide e gallerie.

Il software, ancora in beta, può essere scaricato da Microsoft Office Labs – Project: Search Commands.

In più, per imparare ad usare lo strumento, c’è anche un video. Semplice, vero?

Da Lifehacker.

BitRipper: Converti i tuoi DVD in file AVI con un solo click

bitripper

BitRipper è un utile software gratuito (ma commerciale fino a poco fa) per Windows che consente di copiare il contenuto di un DVD in formato AVI con un solo click del mouse. Oltre ad essere molto semplice da usare è molto veloce e, se servono, offre anche alcune opzioni avanzate.

Ricordo però che in Italia è vietato dalla legge fare copie digitali – anche solo per uso personale (ad es. backup) – di opere protette tramite sistemi tecnici anticopia (art. 102-quater della legge 22/4/1941 n. 633 sul diritto d’autore).

Via Lifehacker

Per approfondire l’argomento dal punto di vista legale: Attivissimo.net: FAQ sul diritto di copia

Per altri software di backup di DVD: Lifehacker: 5 Best DVD Ripping Ttools

Aggiornare Ubuntu alla versione 8.04 Hardy Heron definitiva

ubuntu-upgrade_00.jpg

Da un paio d’ore è stato rilasciato puntualmente Ubuntu 8.04 Hardy Heron.
Nei giorni scorsi ho scritto qualche informazione sulla nuova versione, e come aggiornare una versione precedente alla 8.04 Beta.

Per chi ha aspettato fino al rilascio della versione definitiva, le cose sono ancora più semplici.
Se infatti si usa già la versione 7.10 è sufficiente lanciare il Gestore aggiornamenti (dal menù Sistema -> Amministrazione) perché vengano visualizzati l’avviso È disponibile il nuovo rilascio 8.04 LTS della distribuzione e il pulsante Esegui avanzamento.

ubuntu upgrade

A questo punto, per aggiornare il sistema da Internet – soluzione consigliata per chi ha un collegamento veloce – basta cliccare sul pulsante e seguire le istruzioni. La quantità di pacchetti da scaricare è notevole, così come la mole di lavoro per aggiornare tutto il sistema. Basta armarsi di pazienza procedere.

ubuntu-upgrade_01.jpg

Per aggiornare invece…

Kubuntu da 7.10 a 8.04 LTS

  1. Dal menù K-Menu eseguire Manager Adept.
  2. Cliccare su Cerca Aggiornamenti.
  3. Cliccare sul pulsante Aggiorna versione.
  4. Seguire le istruzioni.

Ubuntu Server da 7.10 a 8.04 LTS

  1. Installare update-manager-core se non c’è già:
    sudo aptitude install update-manager-core
  2. Lanciare l’aggiornamento:
    sudo do-release-upgrade
  3. Seguire le istruzioni.

Per aggiornare da versioni più vecchie:

Ubuntu Desktop da 6.06 LTS a 8.04 LTS

  1. Cotrollare che il repository “dapper-updates” sia abilitato,
  2. verificare che sul sistema siano stati installati tutti gli aggiornamenti disponibili per la versione,
  3. premere Alt-F2 e digitare
    gksu "update-manager -d"
  4. cliccare su Controlla,
  5. cliccare su Esegui avanzamento,
  6. seguire le istruzioni.

Kubuntu Desktop o Server da 6.06 LTS a 8.04 LTS

  1. Abilitare il repository “dapper-updates”,
  2. installare il pacchetto “update-manager-core” accettando tutte le dipendenze proposte,
  3. eseguire “do-release-upgrade -d” da una finestra di terminale,
  4. seguire le istruzioni.

Aggiornamenti da CD-ROM

Se il PC non è collegato a Internet (con una linea almeno ADSL)…

  1. Scaricare e masterizzare il CD alternate,
  2. inserirlo nel lettore CD,
  3. alla proposta di eseguire l’aggiornamento da CD rispondere affermativamente,
  4. seguire le istruzioni.

Se non compare automaticamente la richiesta inserendo il CD, premere Alt + F2 e digitare il comando
gksu "sh /cdrom/cdromupgrade"
o, in Kubuntu:
kdesu "sh /cdrom/cdromupgrade"

Anche l’archivio storico di Repubblica disponibile online

repubblica-archivio-online.jpg

Dopo il Corriere della Sera, da oggi anche Repubblica mette a disposizione il proprio archivio storico su Internet.
Sono pubblicati e ricercabili con un comodo strumento tutti i numeri del quotidiano, ma anche quelli dei giornali locali, dell’inserto TV e i contenuti multimediali, dal 1984 a oggi.
La ricerca può essere iniziata dalla casella presente nella home page di Repubblica.it, e perfezionata poi nella pagina successiva in base a vari criteri.

Domani arriva Ubuntu 8.04 Hardy Heron

ubuntu-8.04-hardy-heron-1-day-last.jpg

Domani uscirà la nuova versione di Ubuntu Linux, la 8.04 Hardy Heron.

La sto provando già da un po’ di tempo, nelle varie “beta” uscite fino ad oggi. Ancora una volta, come in tutte le nuove versioni che vengono rilasciate puntualmente ogni sei mesi, Ubuntu conferma le qualità che l’hanno resa in questi ultimi anni la distribuzione Linux più apprezzata e diffusa.

Ecco le principali novità rispetto alla versione precedente, la 7.10 Gutsy Gibbon.

Innanzitutto l’installazione: ora è possibile installare direttamente da CD senza prima caricare completamente il sistema operativo in modalità Live CD. Inoltre, grazie a Wubi, che si attiva inserendo il CD in un PC con Windows funzionante, è possibile installare Ubuntu all’interno di Windows senza dover preparare partizioni ad hoc.

Poi l’interfaccia grafica, che ora è basata sulle nuove versioni di Xorg, Gnome e KDE (nella versione Kubuntu), ed è più bella da vedere, più veloce, e meglio compatibile con molte schede grafiche e schermi.

Poi ci sono miglioramenti nella gestione dei file, come ad esempio la possibilità di interrompere copie multiple di file, o di ripristinare i file cancellati che si trovano nel cestino automaticamente nelle posizioni in cui si trovavano.

Infine le applicazioni. Ubuntu in genere non offre versioni all’ultimo grido, ma tende a includere quelle già stabili e affidabili, e ad integrarle nel modo migliore possibile col desktop manager (Gnome o KDE).
Qui abbiamo Firefox 3 beta 4, che pur essendo in beta è già abbastanza maturo, poi un nuovo client BitTorrent, il comodo Vinagre come client VNC, il firewall ufw, Brasero per la masterizzazione, eccetera, eccetera.

Il sito ufficiale di Ubuntu

Altri articoli interessanti (oltre a quelli già pubblicati sui miei “Articoli consigliati”):
CNet News: Hardy Heron reflects Ubuntu Linux ambitions

The Register: Ubuntu man Shuttleworth dissects Hardy Heron’s arrival
Punto Informatico: Ubuntu 8.04, la sfida a Microsoft Vista
LWN: Ubuntu 8.04 LTS server and desktop releases
FOOSwire – Ubuntu Cheat Sheet

Microsoft presenta Live Mesh

Ieri Microsoft ha presentato Live Mesh, un nuovo sistema di condivisione e sincronizzazione di dati tra dispositivi (PC, palmari e – pare – a breve anche Mac), che sfrutta i 5 GB di spazio online di Live Desktop tramite un software da installare. Per provare la Tech Preview ci si può registrare sulle pagine di Live Mesh.

Da Channel 10.

Per altri link, commenti e video su Live Mesh vedere i miei Articoli consigliati qui di fianco.

Skype offre nuovi e convenientissimi piani flat

Skype mette sul mercato le sue prime offerte “flat” per chiamare con pochi euro numeri fissi di qualunque paese. Con 2,95 euro al mese si può telefonare in pratica senza limiti di tempo (10.000 minuti) tutti i numeri di un paese (ad es. l’Italia), con 3,95 20 paesi europei o con 8,95 36 paesi del mondo. Per quasi tutte le nazioni i numeri chiamabili sono quelli fissi, mentre per USA, Cina e qualche altro anche quelli cellulari.
E’ possibile anche attivare numeri fissi Skype in molti paesi del mondo, ma non (ancora?) in Italia, né con prefisso geografico né col prefisso speciale 5 previsto dalle regole italiane ma non ancora attivato.

Da Repubblica.