Breve test dell’Asus Eee PC e modello con schermo di 9″ in arrivo

asus-eee-pc-900.jpg

Ho avuto modo di mettere le mani su un paio di esemplari di Asus Eee PC, e devo dire che l’ho trovato un oggetto molto ben fatto e comodo da usare. Il funzionamento è sempre fluido e veloce e la gestione delle connessioni di rete ethernet, wireless, o anche GPRS/UMTS (con modem USB Huawei E220) sempre perfetta.

Le due scomodità maggiori, per quel poco che ho visto, sono per me la bassa risoluzione dello schermo a 7″ – dove spesso non stanno neppure le finestre di dialogo delle applicazioni – e la struttura dei menù a schede, al posto di una classica interfaccia del tipo desktop + barra delle applicazioni (o pannelli) come quelle di Gnome, KDE o Windows.

Riguardo ai menù, ho letto che c’è la possibilità di passare dall’interfaccia di default (Easy Desktop Mode) a quella più standard (Full Desktop Mode), basata su KDE, ma non ho avuto modo di provarla.

Per quanto concerne invece le dimensioni e la risoluzione del display, ci doveva pensare Asus, che infatti al Cebit ha presentato il nuovo Eee PC 900 (nella foto), con schermo più grande (9 pollici e risoluzione massima di 1024*600). Quest’ultimo modello ha anche una memoria di massa più capiente (12 GB su memoria allo stato solido).

Il nuovo ultra portatile con sistema operativo Linux Xandros sarà disponibile in Italia dopo la metà di quest’anno ad un prezzo di circa €399.

Verso aprile invece dovrebbe uscire il modello attuale di Eee PC con Windows Xp Home.

Foto: da eeepc.it

Hai trovato interessante questo articolo? Puoi iscriverti ai feed o ricevere i prossimi articoli per email.

Rispondi