Secondo documenti interni, Microsoft avrebbe favorito Intel riguardo alla compatibilità con Vista

Un giudice federale USA, nell’ambito della class action contro Microsoft riguardo alle incompatibilità di molti hardware con Windows Vista (il famoso bollino “Vista capable”), ha divulgato documenti interni alla Microsoft secondo i quali questa avrebbe abbassato i requisiti minimi per Vista per fare un grosso piacere ad Intel.

Via Quinta ‘s weblog

Hai trovato interessante questo articolo? Puoi iscriverti ai feed o ricevere i prossimi articoli per email.

Rispondi