Come usare i feed RSS

RSS

Quando, per lavoro o per svago, dobbiamo consultare parecchi siti web dove le informazioni vengono aggiornate frequentemente, c’è un modo che ci evita di dover aprire ogni volta tutte le pagine che ci interessano e spulciarle per vedere cosa c’è di nuovo: usare i feed RSS.

RSS è un formato standard di scambio di informazioni, ed attualmente è uno dei più usati per la distribuzione di contenuti web. Moltissimi siti, soprattutto quelli basati sulla pubblicazione frequente di notizie o articoli, come quotidiani o blog, distribuiscono i loro contenuti anche sotto forma di feed RSS. Quando il sito offre questa possibilità lo segnala con un’icona ( RSS o RSS old ) o con un link testuale.

Questi feed possono essere letti con programmi aggregatori (chiamati anche feed reader o news reader), che funzionano un po’ come i programmi di posta elettronica: una volta iscritti ai feed che ci interessano tramite i link presenti sulle pagine web, il programma scaricherà, ad intervalli prefissati o a nostro comando, tutti i nuovi articoli pubblicati, segnandoli come nuovi. A questo punto potremo vedere un’anteprima di ogni articolo, aprire la pagina originale, ecc.

AkgregatorEsistono molti aggregatori installabili sul PC. Eccone una lista (non completa), ed eccone qui un’altra. Qui di fianco, ad esempio, vedete una finestra del mio ottimo Akgregator per Linux.

C’è poi la possibilità utilizzare il supporto fornito da alcuni browser, come Firefox, Opera, o Internet Explorer 7. Firefox ad esempio, tramite la funzione Segnalibri live, consente di visualizzare nel menu Segnalibri le liste aggiornate degli articoli. Questi browser segnalano la presenza del link RSS sulla pagina anche nella barra dell’indirizzo, con un’icona simile a quella all’inizio di questo articolo.

Infine ci sono dei comodissimi feed reader online, cioè servizi web con i quali gli articoli possono essere consultati nel browser. Anche se un po’ più lenti a caricare le pagine rispetto ai programmi desktop, hanno tutti i vantaggi dei programmi web-based, cioè, principalmente, non c’è niente da installare e sono disponibili da qualunque PC, con qualunque sistema operativo e browser.

Google ReaderTra questi, dopo averne provati alcuni come Newsgator, Rojo, NewsAlloy e qualche altro, ho scelto di usare Google Reader, di cui potete vedere una finestra. Lo trovo molto veloce e comodo da usare, sia col mouse che con le scorciatoie da tastiera.

E’ molto semplice provare diversi aggregatori con la stessa base di feed per confrontarne il comportamento, anche perché è possibile esportare dall’uno all’altro l’elenco degli abbonamenti su file in formato OPML, ormai supportato da tutti.

Per iscriversi al feed di un sito web (come questo (*)), in pratica, occorre:

  • con Firefox 2: cliccare sul link o sull’icona RSS e scegliere con quale programma lo si vuole aprire;
  • con Opera 9: se si vuole utilizzare l’aggregatore di Opera, cliccare sul link o sull’icona e, alla richiesta di conferma, su OK;
  • con Internet Explorer 6, o in generale con altri browser precedenti: copiare l’indirizzo del link e incollarlo manualmente nel programma che si vuole utilizzare.

*) Se utilizzando il link RSS di questo sito il browser dà un errore del tipo “Impossibile aprire: tipo di file sconosciuto“, utilizzare questo: http://www.trogu.it/?feed=rss2.

Hai trovato interessante questo articolo? Puoi iscriverti ai feed o ricevere i prossimi articoli per email.

4 pensieri su “Come usare i feed RSS”

  1. Molto interesante… grazie delle ottime delucidazioni, anche se per me che non riesco a leggere e smaltire tutte le newsletters a cui sono iscritto, manca solo di ricevere i feed e avrò il cervello in… SPAM!

  2. Io mi sono disiscritto da tutte le newsletter che potevo e dove posso uso RSS con Google Reader. Lo trovo molto più comodo e rapido, anche perché da titoli e anteprime degli articoli individuo molto più rapidamente quello che mi interessa, e mi basta scorrere velocemente con il mouse o premere ripetutamente il tasto “J” per contrassegnarli come già letti. Quelli da leggere invece li segno con la stellina e mi rimangono da parte per quando ho tempo.

    C’è poi da dire che di email ne ricevo già abbastanza, e poi non tutti i siti mandano una newsletter. Ad esempio, se vuoi vedere tutte le notizie di “Repubblica” via via che vengono pubblicate, così lo puoi fare, mentre la newsletter non c’è, e l’alternativa sarebbe stare attaccato alla home page premendo continuamente “Aggiorna”.

Rispondi